Kawaii at the Movies: Mary e il Fiore della Strega

This page is also available in English

In questi ultimi giorni di primavera, torna al cinema l’animazione giapponese! Dal 14 al 20 Giugno, infatti, arriverà nelle sale Mary e il Fiore della Strega, opera prima dello Studio Ponoc, “erede” del più celebre Studio Ghibli. Il film, distribuito in Italia da Lucky Red, è tratto dal romanzo La piccola scopa, della scrittrice Mary Stewart, ed è un’emozionante storia di amicizia e magia ambientata tra la campagna inglese e una scuola per maghi e streghe (no, Harry Potter non c’entra).

Mary and the Witch's Flower
©Studio Ponoc

La piccola Mary Smith si è appena trasferita nella casa di campagna della prozia Charlotte e si annoia a morte: niente tv, niente amici e ogni tentativo per rendersi utile finisce male. Finché un giorno, addentratasi nella foresta, trova un misterioso fiore blu e una vecchia scopa magica che la trasporta all’Endor College, una scuola di magia. Qui Mary incontra la preside Madama Mumblechook e il Dottor Dee, che la scambiano per una strega dai poteri straordinari.

Mary and the Witch's Flower
©Studio Ponoc

Mary e il Fiore della Strega risponde a una domanda che forse qualcuno di voi si è fatto almeno una volta: come sarebbe stata Hogwarts se fosse stata inventata in Giappone? Beh, probabilmente non sarebbe stata molto diversa dall’Endor College immaginato dal regista Hiromasa Yonebayashi. Le atmosfere ricordano quelle dello Studio Ghibli e non è un caso: lo Studio Ponoc è stato fondato da animatori che hanno lavorato a capolavori come La Città Incantata e Il Castello Errante di Howl (compreso lo stesso Yonebayashi).

Mary and the Witch's Flower
©Studio Ponoc

Date le premesse, non c’è da stupirsi che Mary e il Fiore della Strega sia tecnicamente incantevole, con sfondi che sembrano dipinti e animazioni fluide come l’acqua che non fanno rimpiangere le opere dello Studio Ghibli (citate nel film a più riprese). Quello che manca è la magia che Miyazaki sapeva infondere ai suoi lungometraggi e una cifra stilistica personale che sappia dare allo Studio Ponoc una propria identità. Insomma, non è un capolavoro memorabile come il già citato La Città Incantata, ma ciò non toglie che sia un ottimo film d’animazione e un ottimo debutto per lo Studio Ponoc.

Mary and the Witch's Flower
©Studio Ponoc
Kawaii factor:

Mary e il Fiore della Strega sarà in alcuni cinema selezionati per una sola settimana, dal 14 al 20 Giugno: è possibile vedere la lista dei cinema aderenti e prenotare i biglietti sul sito ufficiale. Lo consigliamo a tutti i fan dello Studio Ghibli, dell’animazione giapponese e, perché no, ai fan di Harry Potter che sono curiosi di vedere che succede in un’altra scuola di magia della letteratura inglese. Buona visione!

By Alessandra 0
By Alessandra
Copywriter per caso e grafica per passione. Si occupa di tutti gli aspetti del blog: cura dei contenuti, design, lato tecnico, gestione social networks.
Ultima modifica: 11 giugno 2018

Lascia un commento

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.