Kawaii at the Movies: Aladdin

This page is also available in English

Era il lontano 1992 quando, ancora bambine, uscivamo dal cinema con gli occhi a cuore dopo aver visto per la prima volta Aladdin. Sono passati quasi 30 anni (ci sentiamo vecchie solo a scriverlo) e in questo periodo di tempo abbiamo visto e rivisto il film animato talmente tante volte da conoscere ogni scena a memoria… e siamo certe di non essere le sole! Ora la Disney ci riporta ad Agrabah, questa volta con protagonisti in carne e ossa: le notti d’oriente sono ancora magiche come lo erano una volta?

Aladdin
©Disney

La storia di Aladdin la conosciamo tutti molto bene: un giovane ladruncolo entra in possesso di una lampada magica e decide di usare i desideri del genio per conquistare il cuore della figlia del sultano, mentre il malvagio Jafar trama per impadronirsi del trono. Nel live action, diretto da Guy Ritchie, troviamo tutte le scene e le canzoni che abbiamo amato nella versione animata e anche qualcosa in più: nuovi personaggi, nuovi momenti musicali che strizzano l’occhio a Bollywood e una nuova Agrabah, ora una brulicante città portuale.

Aladdin
©Disney

A spiccare tra i protagonisti è senz’altro Jasmine, interpretata da una splendida Naomi Scott. La principessa non ha perso lo spirito indomito e indipendente della controparte animata, ma è mossa da nuovi obiettivi e desideri: prendere in mano le redini del regno di suo padre, con o senza principe al suo fianco. Tutti gli occhi però sono per il mitico Genio, qui interpretato da Will Smith, protagonista delle scene più divertenti e spettacolari del film. Dobbiamo ammetterlo: il “vecchio” Genio con la voce di Gigi Proietti è inarrivabile, ma la nuova versione non ci è affatto dispiaciuta (la scena della confettura ci ha fatto morire dal ridere). Peccato che non possiamo dire lo stesso dei cattivi: il ringiovanito Jafar perde molto del suo fascino malvagio, mentre il povero Iago è privo di tutto il suo sarcasmo.

Aladdin
©Disney

Parliamo delle canzoni. Per la gioia di noi bambine degli anni Novanta, il nuovo Aladdin ha mantenuto tutti i brani originali. I nuovi arrangiamenti non fanno rimpiangere la vecchia colonna sonora, ma chi era già pronto a cantare insieme ai protagonisti (come noi) dovrà fare i conti con i testi leggermente modificati per esigenze di doppiaggio. L’unica nota stonata è forse la nuova canzone interpretata da Jasmine, un brano pop che, seppur emozionante e significativo, a nostro avviso si distacca un po’ troppo dallo stile degli altri. Se vogliamo fare un confronto, era molto più azzeccata la canzone della Bestia nel remake live action del 2017.

Aladdin
©Disney
Kawaii factor:

In definitiva, Aladdin soffre dei difetti comuni a tutti i remake live action, per i quali è inevitabile perdere il confronto con l’originale. Ciò nonostante, ripercorrere le musiche e le atmosfere di un film che abbiamo amato così tanto da bambine ci ha lasciato con il sorriso stampato sul volto. Canteremo le canzoni ancora per giorni! Voi avete visto il film? Fateci sapere se vi è piaciuto!

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.