J*Fashion: Mori Kei

Negli ultimi anni, ha riscosso molto successo una moda che non ha niente a che vedere con i tulle colorati del Fairy o con i raffinati abiti del Lolita: il Mori kei. La parola giapponese “mori” significa “foresta” e già questo può farci intuire quale sia lo spirito che anima questo stile: come moderne fate dei boschi, le Mori girls mirano a rappresentare con il loro modo di vestire quel contatto con la natura e quel piacere per le piccole cose che spesso viene meno nelle grandi metropoli moderne.

Mori kei
Foto da Tokyofashion.com e da spoon, rivista di moda dedicata al Mori-kei.

Dimenticate abiti elaborati, colori sgargianti e trucco pesante: l’outfit di una Mori girl deve richiamare le atmosfere rarefatte e romantiche delle foreste! Quindi si preferiscono i colori della terra e della natura (come marrone, bianco, rosso e blu), scarpe basse, tessuti naturali e caldi, gonne lunghe e abiti “della nonna”. Una delle caratteristiche fondamentali del Mori kei è il layering, cioè la tendenza a indossare uno sull’altro gli abiti, in modo da rappresentare, grazie alla sovrapposizione dei capi e dei colori, le tipiche sfumature dei paesaggi naturali. Il makeup e l’acconciatura di una Mori girl, ovviamente, non sono mai esagerati e puntano sempre ad ottenere un delicato effetto acqua e sapone e, molto spesso, ad accentuare le guance con un filo di fard.

Mori kei
1. Jacquard knot shoulder bag by SM2 – 2. Floral dress outfit by SM2 – 3. Tyrolean tape sandals by SM2 – 4. Lace cardigan by syrup – 5. Check classic wrap by syrup – 6. Tulle underskirt by syrup – 7. Handmade ribbon hairband by Wonder Rocket – 8. Ribbon leather belt by Wonder Rocket – 9. Fur and knit mittens by Wonder Rocket

In contrasto con la frenesia delle grandi città, le Mori girl amano svolgere attività rilassanti e creative, come leggere, cucire, fotografare… in generale, tutto ciò che riesce a stimolare il loro equilibrio interiore e a valorizzare la loro individualità. I modelli ai quali si ispirano sono, infatti, figure femminili creative e sopra le righe. Non a caso, ispiratrice di questo stile è stata l’attrice Yu Aoi, che nel 2006 ha interpretato la timida Hagumi Hanamoto in Honey and Clover, live action ispirato al manga di Chica Umino. Altre icone delle Mori girl sono Juri Ueno, protagonista di Nodame Cantabile, e Aoi Miyazaki, nota da noi soprattutto per il suo ruolo di Hachi nel film NANA.

Mori kei
Yu Aoi in Honey and Clover, Juri Ueno nei panni di Nodame e Aoi Miyazaki.

Quali sono le brand Mori più famose? Una delle più gettonate al momento è SM2, i cui abiti dalle tinte neutre richiamano le atmosfere romantiche della campagna. Dai colori più decisi, ma con lo stesso stile vintage è invece Syrup, altra brand tra le favorite delle Mori girl. Wonder Rocket dà, invece, una lettura più femminile e “kawaii” del Mori kei, con abiti leggeri, pieni di pizzi e merletti e accessori adorabili. Per chi vuole dilettarsi in questo stile, un’ottima fonte di abiti ed accessori sono i negozi e mercatini dell’usato e dell’handmade!

Fonti e approfondimenti

By Alessandra 3
By Alessandra
Copywriter per caso e grafica per passione. Si occupa di tutti gli aspetti del blog: cura dei contenuti, design, lato tecnico, gestione social networks.

3 commenti

Oops! Non è possibile aggiungere commenti a questo post, ma puoi ancora condividerlo e commentarlo sui social network.