Il mondo surreale di Choo Choo

Grazie a Hello Kitty e ai Nyanko, siamo ormai abituati a vedere dei gatti nei panni più strambi che possiamo immaginare. Cos’altro potrebbe stupirci ormai? Beh, qualcosa c’è e si chiama Choo Choo, la linea felina più tenera e per certi versi originale che abbiamo visto fin’ora!

Choo Choo

I gatti Choo Choo nascono dalla fantasia della brand coreana Jetoy che, nel lontano Novembre 2007, propone per la prima volta questa linea di immediato successo, tanto che è stata esportata in tutta l’Asia (Giappone, Taiwan e prossimamente Cina). I Choo Choo sono, come nella miglior tradizione kawaii, degli animaletti che vivono in un mondo speciale, molto simile al nostro, e si comportano in maniera molto “umana”. Insomma, immaginatevi un pianeta di gatti civilizzati in cui i felini mangiano, giocano, ascoltano musica, dipingono e fanno sport con i loro amici topi e criceti. Niente di nuovo sotto al sole, certo… ma la novità sta nel fatto che le illustrazioni che ritraggono i Choo Choo sono assolutamente realistiche! :love:

Choo Choo

Questi fantastici gattoni con parrucche, collane e accessori ci hanno conquistato fin da subito per i loro occhioni sognanti e le loro espressioni incredibilmente reali che ci trasportano in un mondo da fiaba regnato proprio dai quattro zampe! Per nostra fortuna, i prodotti Choo Choo sono facilmente rintracciabili su eBay, a prezzi abbastanza modici… tranne che per alcuni accessori, come borse o portafogli, che costano un po’ di più. Sicuramente, i Choo Choo sono perfetti per le ragazze un po’ più grandi come noi che, nonostante l’età, non vogliono rinunciare ad accessori kawaii (infatti, abbiamo entrambe scelto le bellissime agende Choo Choo per accompagnarci durante il prossimo anno).

By Alessandra 1o
By Alessandra
Copywriter per caso e grafica per passione. Si occupa di tutti gli aspetti del blog: cura dei contenuti, design, lato tecnico, gestione social networks.

Un commento

Oops! Non è possibile aggiungere commenti a questo post, ma puoi ancora condividerlo e commentarlo sui social network.